App e videogiochi
 
Zaffiria realizza applicazioni per dispositivi mobili e videogiochi che mettono al centro bambini e adolescenti attraverso l’uso creativo e divergente della tecnologia. Le nostre sono app utili sia a casa che in classe, per imparare nuove cose o per sapere usare meglio quelle che già conosciamo. Qui sotto trovi tutti i link utili.
_______________________________________________________________
 
Apps and Video Games
 
We create applications for mobile devices and video games that shows children and adolescents a creative and divergent use of technology. Our apps are useful both at home and at school, to learn new things or to know better use on the ones we already know. Hamelin 2.0 (a videogame about media education with 9 levels and inspired by the Piper of Hamelin) and piccoliarcheologi.it (interactive site to playing with archeology) were our first attempts. Today we develop apps linked to Italiantoy game like Andar per boschi (linked to Carlo Elle), or Louis Ca.

Le prove di “Atelier digitali” durante il convegno App Your School a Bologna

Il 13 e il 14 giugno si è svolto a Bologna (presso le aule dell’Università e del Centro Alberto Manzi) il convegno conclusivo del progetto europeo App Your School, di cui Zaffiria è stata ente capofila.

Negli ultimi 3 anni, insieme con le associazioni partner europee, abbiamo sperimentato nuovi modi di includere le tecnologie digitali in laboratori educativi pensati per la scuola secondaria, che abbiamo chiamato “Digital Atelier“.

Durante il secondo giorno del convegno abbiamo attivamente provato 15 Digital Atelier ideati dai partner di progetto, ecco la video-documentazione:

Qui puoi scaricare il Toolkit del progetto, il testo in cui raccontiamo tutta la nostra esperienza e cerchiamo di stimolarne altra.

Floris, un’app di comunità. La creatività digitale per contrastare le povertà educative

Parlare di app rimanda spesso a storie di successo: grandi imprese, geni dell’informatica, milioni di dollari. Alle volte si può parlare di app anche più in piccolo: un centro di educazione ai media, alcuni studenti e molto entusiasmo.

Questa breve storia nasce all’Istituto Comprensivo J. Linussio di Paularo. Qui tra le Alpi Carniche, un gruppo misto di atelieristi e informatici del Centro Zaffiria, capofila del progetto nazionale E se diventi farfalla, ha organizzato una settimana di laboratori tra arte e tecnologia a tema fiori e insetti. Supportati da Louis Rigaud (noto designer francese autore di Oh! Mon Chapeau, app vincitrice del Bologna Ragazzi Digital Award 2017), le varie attività hanno avuto come scopo la realizzazione di un’app progettata e costruita assieme alla comunità locale, attivando bambini e bambine, adolescenti, insegnanti e famiglie.

Dalle scuole dell’infanzia, alla scuola primaria e secondaria di primo grado, piccoli e grandi hanno messo mano a colori, carta e forbici e le loro creazioni sono diventate gli elementi grafici alla base dello sviluppo del progetto. A conclusione della settimana il loro lavoro è risultato nell’app Floris.

In Floris il giocatore esplora un giardino virtuale alla ricerca dei vari insetti che lo abitano; ogni insetto scoperto porta alla nascita di nuovi fiori, che vanno a popolare un habitat sempre in crescita. Ma ciò che rende unica Floris è la possibilità per i giocatori di diventare essi stessi creatori: disegnando un insetto su carta, lo si può digitalizzare con la fotocamera del cellulare e aggiungere al mondo di gioco. Il giardino creato dai bambini e ragazzi di Paularo è diventato così il giardino di tutti, esplorabile da giocatori di tutto il mondo.

Floris sarà disponibile su App Store e Play Store dal mese di giugno 2019.


Le nostre due app più recenti

Negli ultimi mesi abbiamo sviluppato due applicazioni collegate a due giochi di Italiantoy, e in questo video vi mostriamo il loro utilizzo.

Andar per boschi e Louis Ca sono completamente gratuite e si possono trovare sia sull’App Store (per dispositivi Apple) che sul Play Store (per dispositivi Android).

Louis Ca

Louis Ca è un nuovo gioco Italiantoy che permette ai bambini di approcciarsi alla composizione musicale attraverso il disegno.

Ad ogni tessera corrisponde infatti un suono e attraverso l’applicazione gratuita si possono scoprire i singoli suoni, far suonare le composizioni “libere” o le composizioni “a colonna”.

Attraverso la galleria possiamo salvare le musiche che più ci piacciono, o esportarle facendole diventare delle vedere e proprie tracce audio!

Scarica l’applicazione: