Pescatori di sogni

“La fantasia è un posto dove ci piove dentro” – disse Calvino – ma a Carpi ci si nuota anche.

Un banco di 100 tra pesci, cavallucci marini, polipi giganti si prepara ad attraversare via Guaitoli per una migrazione eccezionale. Con i colori pieni dell’estate, con forme anche buffe, questo insolito banco sembra abbia deviato verso Carpi per incontrare i pescatori di sogni: bambini e bambine con le bocche aperte per lo stupore, capaci di camminare sui fondali lastricati come una strada, pronti a tenere lo sguardo al cielo per vederli passare, uno ad uno. Continua a leggere

L’allestimento dello spazio a scuola

Lo spazio è una forma di educazione importante ma difficile da gestire. Gli spazi di atelier, gli spazi, le biblioteche scolastiche possono essere ripensati come luoghi che permettono l’esplorazione, l’installazione, il passaggio da un lavoro individuale ad uno collettivo; luoghi che valorizzano la creatività (guidata) dei docenti, che diventano aule temporanee in cui sperimentare, fare e disfare. Nella leggerezza del “temporaneo” che lascia sempre aperta la strada verso nuovi progetti; una nuova concezione dello spazio come insaturo, capace di diventare parte integrante della conoscenza e non solo muro in attesa di cartelloni.