Media Education
Educare ai media e alla tecnologia è avvertita come una urgenza da educatori, docenti, genitori: bambini e adolescenti vivono in un mondo fatto di aspetti analogici e digitali, di relazioni in spazi reali e virtuali. Aspettative, sogni, narrazioni, comprensione del mondo e di se stessi passano sempre più da immaginari e da forme che hanno a che fare con gli strumenti che hanno in mano già da piccolissimi: tablet, tv, cellulari, computer… In questa sezione raccogliamo la documentazione dei progetti realizzati perché possano essere di ispirazione ad altri.

Quaderni e schede attività Tandem

La sperimentazione in corso con il progetto Tandem ha portato alla realizzazione di quaderni per i bambini e le bambine che verranno modulati nei diversi laboratori.
Le schede di lavoro che abbiamo progettato per documentare il lavoro dei bambini sono scaricabili qui.
Le attività proposte alle famiglie sono invece scaricabili qui.

#333°% – Un mazzo di carte per giocare con la tecnologia

Giocare con la tecnologia, da adolescenti. È possibile?
Noi ci abbiamo provato chiedendo a 140 studenti e studentesse di proporre attività tra l’analogico e il digitale.
Scarica il mazzo, stampalo su A4, e pesca la tua prima carta: hai tempo una settimana per attuarla.

Progetto EMELS

Il progetto riunisce esperti internazionali per sviluppare un approccio comune all’Educazione ai Media finalizzato alla produzione di uno Standard Europeo per la Media Literacy rivolta agli Operatori Giovanili. Lo standard aiuterà ad individuare le competenze, le qualifiche e ad aumentare la qualità del lavoro giovanile e la formazione nel campo dell’educazione ai media, migliorando l’accesso alle risorse educative disponibili in questo settore.

Il progetto è costituito da quattro incontri transnazionali di due giorni, sviluppo di un pacchetto completo di risorse per la formazione e da 6 eventi moltiplicatori realizzati dai partner nei rispettivi paesi.

Il progetto è realizzato da sette organizzazioni: Fundacja Nowoczesna Polska (capofila – Polonia), JFF (Germania), Centro Zaffiria (Italia), Karpos (Grecia), Ariel Trust (Gran Bretagna), Imec e Evens Foundation (Belgio).

visita il sito www.emels.eu